Valeria Graci, incontri al Douze

La trovo a Trastevere, fuori dal Teatro Douze Comedy Club con una felpa ed il cappuccio alzato, dato il fisico minuto, si potrebbe confondere tra gli adolescenti che a quell’ora popolano il quartiere romano.

Si gira, mi saluta e mi accenna un movimento rotatorio del dito indice “ci vediamo dopo”….
Eccoci finalmente faccia a faccia al’interno del teatro, Valeria Graci, alias Valeriana, alias Peppia Pig, alias Michelle… ma quanti alias!!!
E’ gentile e disponibile, e mi mette subito a mio agio, cominciamo a chiaccherare del passato, il laboratorio Scaldasole, Zelig, gli inizi con Katia Follesa.
Ma a me interessa il suo percorso da artista “single”, si perchè per qualsiasi artista che abbia lavorato in coppia o con più compagni, viene comunque il momento di cimentarsi da solo, come dire, di spiccare il volo dal nido.
Valeria ci è riuscita in maniera encomiabile, è diventata in pochi anni una attrice matura, passando per tutte le esperienze artistiche che un vero attore deve avere.
Diviene convincente anche in ruoli drammatici (nella fiction Furore interpreta una suora che assisterà la protagonista in punto di morte).
Fino alla chiamata quest’anno per recitare addirittura al fianco di Gigi Proietti nell’ultimo film di Neri Parenti “Ma tu di che segno 6?”
Ci mettiamo davanti al tablet per la nostra chiaccherata, adesso indossa una felpa con su scritto Barbie (potrebbe veramente essere scambiata per una liceale), si sistema un attimo i capelli, e si comincia… il resto ve lo lascio vedere nel nostro video.

Marco Vincis