“Tre papà per un bebè” riapre la stagione al Teatro della Cometa

 

 

3papa-per-un-bebe_loca_teatro-della-cometaReprise di successo ieri sera al Teatro della Cometa, la pièce scritta da Antonio Grosso, ha aperto nel migliore dei modi la stagione teatrale 2016/2017.

Rispetto alla stagione scorsa, Nicola Canonico & C. si muovono molto più a loro agio sulla scena, complice anche l’affiatamento maturato in questi mesi.

Il tema della bigenitorialità e delle adozioni omosessuali, è una discreta presenza per tutto il tempo della rappresentazione, e viene comunque portato in scena con delicatezza e passione da tutti i protagonisti.

La rappresentazione risulta fluida e piacevole, e non scade mai nella banalità, nessuna battuta “telefonata” o scena scontata, la regia di Roberto D’Alessandro ha creato la giusta magia tra gli attori sul palco.

Se a Nicola Canonico vanno i meriti per il coraggio e la lungimiranza nel voler produrre (di questi tempi sic) un testo teatrale fuori dall’ordinario, non da meno sono i coprotagonisti sulla scena.

Mario Zamma, da libero sfogo a tutta la sua ecletticità artistica, mette molto del suo repertorio “bagagliniano”, ma va da sè che si conferma un patrimonio teatrale indiscusso.

Giuseppe Cantore, è semplicemente perfetto, porge la battuta nei tempi e nei modi giusti, è sempre pronto a supportare e sollevare i compagni di scena, fa del suo personaggio un gioiellino di recitazione.

Alessia Fabiani mette la sua elegante bellezza a disposizione della scena, misuratissima non deborda mai dal ruolo, si ritaglia un monologo “forte” di ragazza madre, e lo rende altamente credibile e coinvolgente per il pubblico.

Non resta che invitarvi a vedere questa pregevole pièce in due atti in scena al Teatro della Cometa fino al 16 ottobre.

Buona visione!