“Mentre le luci erano spente” tradotto da Emilia Miscio al teatro San Genesio di Roma

 

Commedia condita di giallo e mistero in perfetto stile inglese, con un commisario in stile Clouseau sempre pronto alle conclusioni… della collega ovviamente; tutta da seguire e ridere con tre atti da gustare con un misto di divertimento e attenzione ai dettagli, fino all’epilogo finale, dove nessuno e’ quello che sembra.

Emilia Miscio e la sua compagnia Sogni di Scena si superano nuovamente con ben 15 attori sul palco, pronti a scambiarsi di continuo il ruolo di sospettati ed insospettabili. Trama in stile soap opera dove gli intrecci amorosi finiranno per confondere le idee in continuazione e dove lo spettatore non riuscira’ mai a farsi un’idea precisa se non alle conclusioni finali.

Lord Clive Wickenham (Claudio Bianchini) e’ il burbero e tirchio padrone di casa con l’hobby delle frasi palindrome, mentre sua moglie Lady Monica Wickenham (Flaminia Grippaudo) e’ la donna amante della bellezza e della bella vita. I personaggi si sussueguono in rapida successione, ognuno con le sue storie ed i suoi segreti, con un ospite a sorpresa che aiutera’ a confondere le idee ancora di piu’, soprattutto dopo la morte misteriosa del padrone di casa e della pettegola Jasmine. Chi e’ il colpevole? Spettera’ all’imbranato ispettore Benjamin Braddock (Simone Giulietti) mettere “disordine” ed “irrisolvere” il caso! E se alla fine la sua visita non sia stata poi una strana coincidenza?

Venitelo a scoprire a teatro con una compagnia sempre nuova e sempre pronta a farvi sorridere e rimanere incollati alle poltrone.

Spettacolo per tutta la famiglia e tutte le eta’, sia per chi ama i misteri, sia per chi ama solo sorridere e divertirsi.

Alex