“Il Contrario di Tutto” di Luca Sgamas al teatro Ambra alla Garbatella

 

Adele (Vanina Marini) e’ cresciuta con il mito del padre (Fabio Avaro), un rivoluzionario fuggito in America Latina, perche’ sempre in lotta con il sistema, pronto a far valere in ogni istante i diritti dei piu’ deboli.

Il suo sogno era quello di conoscerlo, di poter condividere con lui le sue esperienze, i suoi drammi, delusioni e sogni.

Un giorno, mentre sfoglia il diaro segreto della madre, ecco che per magia viene catapultata insieme al padre in un’altra dimensione. Finalmente. Lei e suo padre. Quante domande. Quanta voglia di parlare e scoprire. Lei gli parla di rivoluzione di diritti e di umani e lui rimane un po’ perplesso, perche’ ha sempre pensato ai debiti ed hai problemi finanziari.

Lei pensa alla lotta per i piu’ deboli e lui pensa alle fughe dai creditori.

Lei ha un pensiero e lui il contrario.

Si ostina a leggere il diario con tutte le verita’ scritte dalla madre, ma presto si accorgera’ che niente e’ vero, perche’ lui e’ il contrario di tutto.

Leggera’ la parte dedicata alla band e d’incanto la band li raggiungera’ nel loro spazio temporale.

La verita’ non si potra’ piu’ nascondere e suo padre prima sara’ costretto a difendersi dai propri amici, fino al momento in cui sara’ lui a chiedere spiegazioni. La band che lascio’ in miseria, ora era una band di successo grazie ad un brano scritto insieme “Grandine d’amore” che aveva permesso a tutti di cambiare vita, anche alla moglie da cui era fuggito.

Colpi di scena a raffica, dove ogni situazione sara’ comica, dove ognuno sara’ pronto a confermare il contrario di tutto.

Da non perdere assolutamente.

Alex