“Serenata a Petrolini” Gaetano Mosca e Stefano Antonucci al teatro Petrolini di Roma

Serata, anzi serenata, dedicata ad un grande maestro della cultura, non solo teatrale, italiana: Ettore Petrolini.

Le opere di Petrolini sono delle opere sempreverdi, perche’ nonostante il periodo storico in cui furono composte (prima e dopo le guerre mondiali) non hanno mai mancato di attualita’, sempre un passo avanti con i tempi e le mode.

I due Maestri della comicita’ Gaetano Mosca e Stefano Antonucci vi faranno sognare e ridere per tutta la serata, con monologhi, gag e siparietti improvvisati, loro cosi’ diversi eppure nati per stare insieme sul palco, con l’umilta’ che solo i grandi del teatro possono avere.

Non cercheranno mai di imitare, perche’ il Petrolini non avrebbe gradito, cosi’ ogni battuta e’ piena della loro comicita’ travolgente; Mosca e Antonucci fanno parte di quella cerchia ristretta che sa rendere ogni opera un capolavoro ed ogni testo teatrale un successo, e’ grazie a loro se il pubblico si innamora del teatro e continua a frequentarlo.

Il simpaticissimo Francesco Imundi avra’ l’onore di aprire la serata (onore strameritato), mentre un altro “Antonucci” sara’ il protagonista del bis finale.

Serata allegra e divertente dove canterete e riderete tutto il tempo. Spettacolo da non perdere per nessuna ragione e per tutte le eta’ (insomma non avete scuse per mancare). Tutto con la regia di AMEN.

P.S.

100 motivi per vedere Gaetano Mosca e Stefano Antonucci a teatro:

  1. fanno ridere
  2. tutto il resto viene da se’

Alessandro

 

 

28.10.2017
 
Alessandro Bisegna
Author: Alessandro Bisegna

Da sempre timido e introverso, la comunicazione e' diventata la mia passione. Viaggiare, conoscere e confrontarmi con altre lingue e culture, hanno stimolato sempre di piu' la mia curiosita' ed hanno influito tantissimo sul mio carattere, rendendomi sempre piu' disponibile verso nuove avventure. Mi piace ricercare l'equilibrio in ogni situazione per poi poter rompere gli schemi. Cit. preferita: "...agisci da uomo libero e sarai re; agisci da re e sarai un tiranno..."

Comments are closed.