Rifiuti – Una vita da differenziati

Stefano Fabrizi si fa in tre (autore, regista e attore) per questo nuovo lavoro in scena al teatro de’ servi.

Rifiuti è una godibilissima commedia a doppia lettura, dal ritmo incalzante e senza nessun calo di attenzione.

La lettura primaria è sicuramente la chiave comica con cui vengono presentati i personaggi e le loro caratterizzazioni, troviamo Toto (Stefano Fabrizi) che si è lasciato alle spalle una vita vera una volta abbandonato dalla moglie, Luca (G-Max) ossessionato dalla fobia di doversi cambiare d’abito continuamente, Nico (Yaser Mohamed) extracomunitario nullafacente con il sogno di fare uno spettacolo di micromagia, ed infine Sasà (Riccardo Graziosi) che porta dentro di se mille personalità diverse capeggiate da un piccione…

Tre emarginati dunque che cercano di dare un senso alle loro vite creando un mondo parallelo a quello in cui vivono, un mondo in cui ognuno dei quattro è libero di dare sfogo alle loro fantasie.

La lettura secondaria è relativa proprio allo stato di emarginazione in cui vivono i protagonisti, alle loro fobie, ma anche alla ricerca di una dignità propria, una lunga attesa di riscatto di vita… possibilità che arriva sotto forma di confezione di pasticceria.

Invece il riscatto vero arriverà grazie alla eterea figura di Sara (Elettra Zeppi) vittima involontaria della incosciente impresa dei quattro.

Una commedia ben costruita, dai ritmi alti, un continuo bombardare di battute che arrivano dirette allo spettatore, e che non danno mai modo di scadere nel banale o nel dejà vù.

Fabrizi si conferma ottimo autore, ma anche esperto regista, dando alla piéce un taglio prettamente cinematografico.

Bravissimo l’ensemble degli attori che misurano e coprono i propri ruoli a di pari passo con il montare dell’azione.

Se ci fosse una guida Michelin per gli spettacoli teatrali, “Rifiuti” meriterebbe tranquillamente le cinque stelle!

20.3.2017
 
Marco Vincis
Author: Marco Vincis

Alla soglia dei cinquanta ancora deve decidere cosa fare "da grande", insieme a Carolina decide di aprire un blog, dove dare spazio a tutti gli spettacoli teatrali di Roma, dopo due anni il blog si trasforma nel portale di riferimento per gli addetti ai lavori e per il pubblico appassionato. Narciso e con spiccate manie di protagonismo è il front-man della squadra, non si lascia sfuggire un occasione per intervistare l'attore di turno...

Comments are closed.