“Stato Liquido” di Sofia Bolognini al teatro Orione di Roma

Opera coraggiosa e toccante, in onore ai due eroi Giovanni Falcone e Paolo Borsellino che hanno dedicato la loro vita alla lotta alla mafia, un esempio per tutte le generazioni future abituate a dimenticare troppo in fretta.

Celebre la frase di Giovanni Falcone: “chi tace e china la testa muore ogni volta, mentre chi cammina a testa alta muore una volta sola” e questo e’ il riassunto della sua vita e di quella del suo amico collega Paolo Borsellino, costretti barbaramente a pagare con la vita la lotta contro la mafia e piu’ precisamente contro i poteri forti della politica.

Tutte emozioni forti che un cast concentrato fino alla fine vi fara’ vivere sul palco e vi lascera’ incollati alle poltrone e che vi fara’ conoscere il significato piu’ profondo delle parole speranza, rabbia e sofferenza.

Conoscerete gli ultimi istanti del rapporto tra Falcone e la sua compagna, le paure di lei e la forza di lui, cosi’ come il rapporto tra Borsellino e la sua figlia che aveva l’unico desiderio di una vita normale. Ma il motto dei due eroi era una solo: “possiamo sempre fare qualcosa” e con questo motto hanno lottato fino alla fine e nel momento in cui hanno scoperto la verita’ ed erano pronti ad illuminare le menti di tutti gli italiani sono stati spenti per sempre ed oggi, a 25 anni dalla strage di Capaci, mentre c’e’ gente che piange e si commuove al loro ricordo, i poteri forti continuano a festeggiare perche’ hanno ritardato di nuovo la propria disfatta.

Uno spettacolo che non poteva non finire se non con uno scroscio di applausi da parte di tutto il pubblico in lacrime.

Da non perdere per nessuna ragione

Alessandro