Febbre da Cavallo al Sistina… scommessa vinta!!!

Quando si vede una trasposizione teatrale di un cult movie si viene sopraffatti da mille dubbi e curiosità, quando il film in questione è uno di quelli che accompagna almeno tre generazioni di spettatori, un film di quelli, per intenderci, le cui battute fanno oramai parte del lessico quotidiano, i dubbi e le curiosità sono ancora più forti, ed è con queste due enormi incognite che siamo andati a vedere la “scommessa” messa in scena da Claudio Insegno al Teatro Sistina con “Febbre da Cavallo”.

Niente è fuori posto nelle azioni, ed il ritmo delle scene va di pari passo con quello del film.

Il taglio della regia è difatti molto cinematografico, molto probabilmente per fornire allo spettatore un legame con il film.

Gli interpreti hanno lodevolmente fatto loro i personaggi ma senza scimmiottare o imitare, si sono limitati ad indossare i panni del personaggio e portarlo in scena, nessun copia e incolla quindi, ma solo un ottimo lavoro di interpretazione propria (il vero attore cita, non imita), fatto salvo i tormentoni che comunque sono caratteristiche del personaggio (“Lassa sta’ pora mammaaaaaaaa” di Mandrake ne è l’esempio più evidente).

Certo il paragone con il film di Steno ed i relativi interpreti è inevitabile, ma non può e non deve distogliere lo spettatore da quello che è il valore del lavoro teatrale.

L’aggiunta delle musiche del maestro Fabio Frizzi con i testi di Toni Fornari, conferiscono al lavoro quel sapore di commedia in stile Garinei&Giovannini di cui tanto si sente la mancanza nei nostri teatri.

Il risultato finale è impeccabile sotto ogni punto di vista, tanto da meritare a nostro giudizio l’appellativo di “Spettacolo dell’anno” (la S maiuscola non è un caso).

Claudio Insegno è stato bravissimo ad utilizzare soluzioni scenografiche ingegnose e innovative, mappando i pannelli scorrevoli delle scene, fornendo così allo spettatore immagini di una Roma degli anni settanta, o visuali “on board” dei momenti salienti delle corse, fino al mitico Gran Caffè Roma di Gabriella.

E’ quindi una scommessa vinta a tutti gli effetti quella fatta da Enrico Brignano nel voler proporre al pubblico la versione teatrale di “Febbre da Cavallo”, da “Febbrista” consiglio a tutti i colleghi di andarsi a godere le imprese di Mandrake & C. al Sistina non rimarranno affatto delusi.

#febbredacavallo #teatrosisitina #king #soldatino #dartagnan #tris #mandrakata #scommesse #giocoresponsabile #enricobrignano #ilbelloeilcattivotempo

23.3.2017
 
Marco Vincis
Author: Marco Vincis

Alla soglia dei cinquanta ancora deve decidere cosa fare "da grande", insieme a Carolina decide di aprire un blog, dove dare spazio a tutti gli spettacoli teatrali di Roma, dopo due anni il blog si trasforma nel portale di riferimento per gli addetti ai lavori e per il pubblico appassionato. Narciso e con spiccate manie di protagonismo è il front-man della squadra, non si lascia sfuggire un occasione per intervistare l'attore di turno...

Comments are closed.